Select Page

#Italiano

Andiamo a scoprire questa cittá elegante sotto un’altra ottica e visitando insieme i bellissimi edifici pubblici e privati di stile liberty. Propongo questo tipo di giro sopratutto per gli amanti della storia e dell’arte e per gli appassionati dello stile floreale.

Meet Your Guide

ITINERARIO

Il miglior punto da cominciare la nostra passeggiata sono le Terme Gellért maestoso esempio di stile liberty poi per giugere a Pest attraversiamo il ponte della Libertá e diamo un’occhiata al Grande mercato coperto, costruzione di grande pregio, visitato spesso anche dalle prominenze politiche in visita della capitale magiara… si puó assagiare l’autentico salame ungherese sorseggiando un poco di vino. Proseguiamo verso il Museo delle Arti Applicate, un altro grandioso testimone della secessione ungherese per poi arrivare al Corso Grande, vialone lungo il quale ammiriamo i palazzi della borghesia media-alta della monarchia, tra questi anche il famoso Palazzo New York – con l’omonimo caffé… prendiamo anche un buon caffé – che era il tradizionale luogo di ritrovo degli intellettuali dell’epoca. Nella Casa commemorativa di Miksa Róth, noto autore di mosaici e vetrate floreali si vedono le camere arredate dell’appartamento dell’artista e numerose opere apprezzate nelle esposizioni internazionali. Poi si continua in Piazza Ferenc Liszt dove si puó poi ammirare il palazzo recentemente ristrutturato dell’Accademia di Musica per poi passare al Grande Magazzino Parigino che era il primo esempio della nuova struttura commerciale e culturale nell’Europa d’epoca e la Casa di Mai Manó pregevole fotografo di corte di grande sensibilitá artistica. Ci spostiamo verso la Piazza della Libertá per ammirare uno dei piú belli esempi della secessione ungherese il Palazzo della Cassa di Risparmio Ungherese progettato da Ödön Lechner. Per concludere il nostro giro storico facciamo una sosta anche nella Casa e Museo Bedő, il palazzo progettato da Emil Vidor é diventato la Casa della secessione ungherese.
Sia per “principianti” che per “gli esperti” questo giro vi permetterá di conoscere un altro volto di Budapest.
Gli ingressi ai musei sono da pagare in loco.


Send Message to Guide:
Name
Email
Pax